UN TRIBUTO A LORO, LE MIE GESTANTI!

La sicurezza l’ho finalmente acquisita con il terzo parto, meglio tardi che mai! Prima mi piaceva pensare che la spontaneità fosse da proteggere e da elevare come assoluta e vincente su tutto. Poi forse anche per pigrizia e perché la responsabilità di fatti e misfatti la attribuivo a chi c’era accanto a me; insomma me la raccontavo un po’! Il primo parto è stato disastroso e la rabbia generata l’ho scatenata su tutti all’infuori di me. Il tempo ha guarito le ferite e ha accarezzato ricordi di cui avevo bisogno ma che amarezza .. che pena pensare a quello che è stato e a come avrei potuto trasformarlo con la consapevolezza di oggi. Alla fine il trucco è lì se vogliamo vederla così, si cresce anche attraverso gli scivoloni e il dolore e i se e i ma che proprio non ce la fanno ad abbandonarci, poi trovano un cantuccio caldo e protetto e diventano le radici forti della crescita.

Nel mio percorso di educatrice perinatale negli anni ho incontrato tante giovani donne grintose, confuse, insicure, determinate, arrabbiate e tutte meravigliose nella loro ricerca di un’identità femminile in trasformazione. Amo la loro capacità di esplorare e farsi domande, di mettersi in gioco e di non dare nulla per scontato perché è bello avere fiducia negli altri, ma è ancora più bello sentirsi padrone e protagoniste della propria vita, soprattutto quando in ballo c’è la nascita di nostro figlio ma non solo per quello. Perché poi … se entri in contatto con quel potere, non te ne liberi più, non lo molli più, diventa elettrizzante e cresce di volta in volta e ti permette di porre attenzione su tante cose, sulle scelte quotidiane, sull’etichetta di un alimento, sulla scuola più adatta, sul tema dei vaccini dove informarci, porci e porre delle domande è diritto ma è anche nostro dovere e responsabilità.

Donne coraggiose che affrontano a volte tempeste e perdite impreviste e imprevedibili ma che nonostante questo, si rialzano e ci riprovano, combattendo con i fantasmi e le paure, che hanno una forza che commuove e contagia e apre gli occhi alla meraviglia della vita. A loro dico grazie per scegliermi e darmi la possibilità di esserci sul loro cammino di crescita; ogni volta è una conferma del potere immenso che muoviamo e di tutto quello nascosto al quale possiamo avere accesso se solo lo desideriamo, perché niente e nessuno può togliercelo.

Grazie pancione, pancette e pancine tutte meravigliose!

Grazie per sempre

L’ALLATTAMENTO AL SENO, INCONTRO GRATUITO.

Se desideri allattare al seno e avere le risposte a tutti i tuoi dubbi, puoi parlare con Valentina Attanasio, la dolcissima consulente della Leche League.

Conduce incontri gratuiti e stiamo programmando i prossimi. Se invece hai bisogno di una consulenza ora, scrivici o chiama e ti metteremo in contatto diretto con lei.

Se vuoi saperne di più, ti proponiamo una breve intervista a Valentina, per capire un po’ di più le finalità della Leche League e in che modo può esserti d’aiuto.

Perché non dorme? Avrò abbastanza latte? Cosa devo fare quando si sveglia? Sono queste le domande più frequenti delle mamme.
E noi, che con le mamme viviamo ogni giorno crediamo che La Leche Leauge sia un valido sostegno alla neo-genitorialità; allo stesso tempo è nostro desiderio accogliere anche chi sceglie l’allattamento artificiale. L’informazione e il confronto permettono alle donne di ragionare e di sentirsi serene con la scelta che fanno. E questa è la cosa più importante!

LEGGI L’INTERVISTA  A VALENTINA